Floransa’da Türk Film Festivali – Festival del Cinema Turco

0
291

In occasione della Rassegna del Cinema Turco di Firenze 2017

ore 16.30
La ragazza dal foulard rosso
Titolo originale: Selvi Boylum Al Yazmalım
Atıf Yılmaz 1977 /106’

Atıf Yılmaz si colloca tra i registi più noti e prolifici della storia del cinema turco. Nato a Mersin nel 1925, ha firmato più di 110 film, la maggior parte dei quali pluripremiati. Dopo la sua scomparsa (2006, İstanbul), è stato istituito il Film Festival “Atıf Yılmaz” per Cortometraggi, ospitato nella sua città natale Mersin e giunto ormai alla quinta edizione, per commemorarlo.

Trama del film
Il film, tratto dal romanzo di Cenghiz Aytmatov (noto scrittore kirghiso), racconta una storia d’amore. In uno dei suoi soliti viaggi di lavoro, il camionista İlyas passa dal villaggio di Asya. I due si innamorano e si sposano, dando alla luce un figlio di nome Samet. İlyas viaggia molto e Asya resta spesso sola con Samet. Un giorno, messosi in viaggio, İlyas non torna più e tradisce Asya con una segretaria. Asya scopre la verità e lascia İlyas. Peggiorata la sua situazione lavorativa, İlyas non vuole tornare da Asya in quelle condizioni e depresso, l’abbandona. Asya non riesce a sopportare il dolore e si mette in viaggio insieme al figlio. Sulla strada incontra un uomo di nome Cemşit che li accoglie e iniziano a vivere insieme. Un giorno però İlyas li incontra di nuovo, costringendo Asia a fare una scelta tra il suo grande amore e Cemşit, che l’aveva accolta nei giorni difficili.

_
ore 18.30

Il bandito
Titolo originale: Eşkıya
Yavuz Tuğrul 1996/121’

Yavuz Tuğrul ha cominciato a scrivere sceneggiature nel 1976 con l’appoggio di Ertem Eğilmez. Si è fatto notare per la prima volta con la sceneggiatura del film “Sultan” nel 1978. La sua carriera da regista, che ha avuto inizio nel 1984, ha prodotto diversi film. Ha raggiunto il momento culminante della sua carriera con Eşkıya (Il bandito, 1996), che lo stesso anno è stato candidato all’Oscar come “Miglior film straniero”. Nel 1997, è stato onorato con una rassegna speciale alla 16a edizione del Festival Internazionale del Cinema di Istanbul. Successivamente ha realizzato Gönül Yarası (Ferita al cuore, 2005), di cui è stato regista e sceneggiatore. Gönül Yarası gli ha portato la seconda nomination all’Oscar come “Miglior film straniero”. Il bandito (Eşkıya), visto da 2 milioni e mezzo di persone nella sola Turchia, vincitore del Premio Bogey in Germania e in concorso come miglior film straniero al 69° Academy Award, è il racconto tra finzione e realtà di un bandito curdo che arriva ad Istanbul per il suo amore e per vendetta, dopo aver scontato 35 anni di prigione.

_
ore 20.45

La nostra grande disperazione
Titolo originale: Bizim Büyük Çaresizliğimiz
Seyfi Teoman / 2011/102’

Seyfi Teoman è nato a Kayseri nel 1977. Studia Economia alla Boğaziçi University a Istanbul e lavora come assistente in vari cortometraggi e pubblicità. Studia in Polonia per due anni alla Polish National Film School e tra i suoi maestri c’è anche il regista Mariusz Grzegorzek. Nel 2004 gira il suo graduation movie, Apartman (Apartment), che partecipa a molti festival. Il suo film di debutto Tatil Kitabı (Summer Book) è l’unica produzione turca ammessa al 58° Berlin International Film Festival. Dopo la prima al Berlinale’s Forum, il film vince sia il premio come Miglior Film sia il Premio Fipresci al 27° Istanbul International Film Festival. La sua opera seconda, La nostra grande disperazione (Bizim Büyük Çaresizliğimiz), viene selezionata per la competizione al Berlinale 2011.

Trama del film
In una Ankara, dove si alternano le stagioni, si svolge la storia di Ender e Çetin, due grandi amici trentenni che si conoscono dai tempi del liceo. Çetin ha vissuto per parecchio tempo all’estero, ma una volta tornato ad Ankara ha subito riallacciato i contatti con Ender. Un altro loro amico, Fikret, coglie l’occasione delle vacanze per fare ritorno in Turchia dalla Germania dove lavora. Ma un incidente stradale, che avviene proprio durante le vacanze mentre lui e i suoi genitori sono in macchina, cambia la vita di tutti. Dal momento che Fikret, l’unico sopravvissuto, deve tornare a Berlino, chiede ai due amici se possono prendersi cura di sua sorella Nihal, almeno fino a quando non avrà finito l’università. La giovane ragazza, completamente sotto shock per la morte dei genitori, viene così accolta nella casa dei due amici. Ender e Çetin, poco alla volta, riescono a stabilire un contatto con Nihal, infrangendo quello stato di depressione in cui versa la giovane ragazza. Ma prima che se ne accorgano entrambi si ritrovano innamorati della fragile sorella del loro amico.

 Aşk Tesadüfleri Sever L’amore ama le coincidenze cinema turco

L’amore ama le coincidenze

Titolo originale: Aşk Tesadüfleri Sever
Ömer Faruk Sorak / 2011 / 97’

Ömer Faruk Sorak, nato nel 1964 ad Ankara, è laureato alla Facoltà di Comunicazione presso l’Università di Ankara. La sua carriera professionale comincia negli anni 1987-1990 come assistente cameraman e poi nel 1990-1995 come cameraman. Dal 1995 intraprende la carriera di Direttore della Fotografia e Regista.

Trama del film
Nel 1977, una mattina di settembre ad Ankara, un incidente automobilistico vede coinvolti due futuri padri che stanno accompagnando le loro mogli incinte in ospedale. Per lo spavento, entrambe le donne partoriscono lo stesso giorno e il destino dei due neonati, un bambino e una bambina, da quel momento sarà intrecciato per il resto della vita, facendoli avvicinare e allontanare in continuazione, fino a quando venticinque anni dopo, a Istanbul, ormai adulti, Özgür e Deniz scopriranno che qualcosa di forte li lega.

_
ore 21.15

Il rosario sbagliato

Titolo originale: Uzak ihtimal
Mahmut Fazıl Coşkun / 2009

Mahmut Fazıl Coşkun, nato nel 1973, studia all’UCLA e all’Istanbul Bilgi University. Il rosario sbagliato è stato premiato al Rotterdam Film Festival (Tiger Award), Istanbul Film Festival e Adana Film Festival (Miglior regista).

Trama del film
Ambientata a Istanbul, la vicenda ruota attorno al personaggio principale Musa, che viene assegnato ad una moschea di Istanbul come nuovo muezzin. Egli si innamora della sua vicina di casa, l’infermiera cattolica Clara. Le cose si complicano quando Musa conosce Yakup, libraio appassionato di letteratura che sembra avere un legame speciale con Clara. Le vite di queste tre persone iniziano a intersecarsi, facendo emergere sorprese e verità inaspettate.
_
Ingresso libero

Cinema Turco

Yorumlar